Ritenzione idrica e Cellulite – Come combatterle

Il Blog di Ambrosia

Ciao a tutte, ragazze.

Oggi voglio spiegarvi la differenza tra due inestetismi molto odiati da noi donne: la ritenzione idrica e la cellulite!

Spesso questi termini sono erroneamente utilizzati come sinonimi, ma indicano due condizioni molto diverse.

Per una corretta diagnosi è sempre bene rivolgersi ad un esperto. 

Per combatterle, ovviamente, vanno conosciute e riconosciute

Partiamo subito col dire che sicuramente la ritenzione idrica è l’inestetismo più diffuso tra le donne.

Voglio svelarvi due semplici trucchetti che vi consentiranno di riconoscere uno di questi due inestetismi.

Per qualche secondo, premete con un dito un punto della vostra pelle. Poi, rilasciate la presa.

Osservate il punto che avevate premuto. Se, intorno alla zona interessata, si è formato un alone bianco e risulta ben visibile l’impronta del dito, siamo con tutta probabilità in presenza di ritenzione idrica.

Ora, invece, stringete per qualche secondo un lembo di pelle tra due dita.

Si sono formati dei buchetti? Questo potrebbe significare la presenza di cellulite! 

LA RITENZIONE IDRICA?

La ritenzione idrica non è altro che un ristagno di liquidi, sostanze di scarto e tossine che il corpo non riesce più a smaltire, provocando gonfiori (edema) spesso associati a dolori.

La ritenzione idrica è un disturbo piuttosto diffuso che colpisce soprattutto noi donne: parliamo statisticamente di circa il 30%.

All’ origine del problema possono esistere diverse patologie, tra cui disfunzioni cardiache o renali.

Spesso, però, il principale responsabile della ritenzione idrica è uno stile di vita errato, una cui semplice correzione può apportare notevoli benefici.

Il sovrappeso contribuisce a rallentare la diuresi e favorire la ritenzione idrica.

Da cosa è causato questo ristagno di liquidi?

All’ origine della ritenzione idrica vi è uno squilibrio tra il potassio (all’ interno delle cellule) e il sodio (all’ esterno delle cellule). Più in dettaglio, quando il sodio è in quantità maggiore del potassio, il corpo trattiene più acqua. Tutto questo, molto spesso, determina la presenza di edema con conseguente rigonfiamento.

L’alimentazione ha un ruolo decisivo, poiché se troppo ricca di sale e di proteine e con un apporto di acqua insufficiente può essere causa di ritenzione idrica.

La sedentarietà: non muoversi riduce la circolazione linfatica che ci aiuta alla rimozione dei liquidi e delle tossine.

Il sovrappeso: contribuisce a rallentare la diuresi, favorendo la comparsa di questo inestetismo.

Sebbene non esista un rimedio miracoloso in grado farla sparire, la ritenzione idrica può essere quantomeno alleviata attraverso:

  • Attività fisica regolare, attiva la microcircolazione, quindi il sistema venoso e linfatico.
  • Alimentazione equilibrata, poco sodio e molta acqua.
  • Trattamenti estetici mirati, ovvero massaggi in grado di stimolare e attivare il sistema venoso e linfatico che se abbinati ai precedenti rimedi possono essere un ulteriore aiuto.

Che sensazione si prova quando si ha una ritenzione idrica?

Le sensazioni sono quelle di sentirsi le gambe pesanti, affaticate, indolenzite.

Avremo un tessuto che assomiglia ad una spugna, un tessuto spugnoso. Il colorito, sarà non roseo, non uniforme. Il microcircolo sarà rallentato, dando un colorito a chiazze.

LA CELLULITE?

La cellulite, invece, è un disturbo che colpisce una percentuale molto più elevata delle donne: statisticamente, si parla dell’ 80%!

Al contrario di quanto spesso si crede, la cellulite non è un accumulo di grasso! Numerosi studi hanno evidenziato che questo inestetismo è la conseguenza di processi infiammatori che riguardano i vasi sanguigni, il tessuto adiposo e quello interstiziale. Infatti, può tranquillamente colpire anche le donne più snelle.

La cellulite ha tra le sue più classiche manifestazioni la cosiddetta buccia d’arancia, le zone colpite sono poco elastiche, hanno una sensibilità ridotta e al tatto risultano granulose e fredde. 

Le cause della cellulite?

All’ origine della cellulite c’è un insieme di cause genetiche, costituzionali e ormonali, spesso aggravate da vita sedentaria, da stress, cattiva alimentazione, o da alcune patologie spesso epatiche.

In certi casi, giocano un ruolo determinante anche una postura ed un abbigliamento scorretti!

Quanti tipi di cellulite?

Dal punto di vista della “gravità”, la cellulite si può suddividere in quattro stadi, più o meno trattabili dalle cure cosmetologiche:

  • I stadio: il più precoce e totalmente reversibile è lo stato edematoso, è contraddistinto dalla stasi venosa e dal ristagno di liquidi interstiziali.
  • II stadio: si sviluppa una fibrosi reattiva con formazione di piccoli noduli. È lo stadio fibroso, in cui è già più evidente il caratteristico aspetto “a buccia d’arancia”.
  • III stadio: associato alla presenza di noduli dolenti al tatto, costituiti da adipociti già ingrossati, definita sclerotica flaccida.
  • IV stadio: In questo stadio, l’aspetto è a materasso, si aggravano i segni presenti nello stadio precedente: nel tessuto adiposo i macronoduli si strutturano e premendo sulle terminazioni nervose aumenta la dolorabilità al tatto. A questo stadio, la cellulite è detta ‘sclerotica’.

Curando una, si migliora l’altra

Per quanto ritenzione idrica e cellulite abbiano alla base delle cause diverse, si può facilmente constatare come si influenzino a vicenda. Curando una si può migliorare l’altra e viceversa, facendo attenzione in particolar modo all‘alimentazione, all’esercizio fisico, al vestiario, e con trattamenti mirati.

Sicuramente a casa il consiglio che ti posso dare è di utilizzare le calze a compressione graduata 70 80 denari, le potete trovare anche in farmacia e sono ultimissime per aiutare il microcircolo, soprattutto indicate a quelle persone che lavorano tanto in piedi e soffriranno di più di ritenzione idrica.

IN ISTITUTO CHE TRATTAMENTO SI PUÒ EFFETTUARE?

In alternativa ai classici fanghi e le creme mirate, che possono essere fatti da sole a casa, sono disponibili anche diversi trattamenti che potete praticare nel vostro centro estetico di fiducia.

Per la ritenzione idrica, si potrebbe optare per la pressoterapia, nota anche come massaggio linfodrenante, il cui obiettivo è riattivare la circolazione linfatica, responsabile dello smaltimento delle scorie eccessive.

Anche la vacum terapia  risulta essere un ottimo trattamento per combattere la ritenzione idrica.

Quando questa ritenzione idrica degenera in cellulite, purtroppo , fare solo la pressoterapia o la vacum terapia non basta più per risolvere questo inestetismo.

L’ estetista deve essere brava a combinare diversi trattamenti per arrivare, poi, alle cause dell’inestetismo.

Io ho sviluppato un nuovo metodo di lavoro che, per ovvie ragioni, ho chiamato:

METODO RESHAPE.

“Il metodo Reshape lavora sulla CAUSA dell’inestetismo: si parte da una consulenza personalizzata e si approfondisce lo stato del Cliente. Si studia il problema in maniera dettagliata, capendone la causa, ed infine si costruisce un programma mirato e su misura del Cliente. Durante tutto il percorso, si effettua un continuo monitoraggio dei risultati, fino al completo traguardo. Si andrà, così, ad agire sull’inestetismo sia in superficie che in profondità”

Ti invito ad approfondire il metodo Reshape sul nostro sito centroesteticoambrosia.it (CLICCA QUI)

Ragazze spero di esservi stata d’aiuto e se magari vi sentite a disagio con questi inestetismi io sono qui per aiutarvi.

Il nostro centro è specializzato nel modellamento del corpo con dei protocolli personalizzati in base alle esigenze di ogni persona.

Potete scrivermi anche qui sotto, tramite mail, o contattarmi mediante uno dei tanti strumenti di contatto immediato. Vi risponderò e vi contatterò quanto prima.

Vi ringrazio tanto e vi saluto,

 Angela

Scrivici una mail!

Con l’inoltro della presente email, dichiari di aver letto l’ Informativa Privacy e di autorizzare il Centro Estetico Ambrosia al trattamento dei tuoi dati personali come da DLg 196/03 per le finalità ivi indicate.
  • Via Santa Rita Da Cascia, 53
  • Giugliano in Campania, Napoli
  • Tel : 081 3300913
  • Email : info@centroesteticoambrosia.it
  • P. IVA : 08238181211

Orario di apertura
Martedì a Sabato ore 09:30 - 19:30

© Tutti i diritti sono riservati a Centro Estetico Ambrosia | Informativa Privacy - Informativa Cookies

Made with by Gaetano Lettera